La Vita

Bibliografia Franco Califano

Parole e musica: volendo riassumere non solo i talenti, ma anche la vita del grande Franco Califano, questi due sostantivi non potrebbero che essere i primi due a venirci in mente. Il Califfo, infatti, non fu solo un grandissimo paroliere, non scrisse solo canzoni meravigliose da far cantare ad altri o da cantare in prima persona, ma firmò con la sua penna anche numerose poesie popolari e, soprattutto, una serie di libri che ancora oggi racchiudono l’essenza di un uomo dalla filosofia tanto spicciola quanto inimitabile. E allora non ci resta che scoprire i libri che compongono la bibliografia di Franco Califano, e che rimangono ancora oggi una preziosissima testimonianza del suo modo malinconico e genuino di vivere la vita.

Ti perdo – Diario segreto di un uomo da strada (1978)

20100909-califanoTi perdo – Diario segreto di un uomo da strada” è il primo libro scritto dal Califfo, e pubblicato nel 1978 da Davoli Editore. Si tratta di uno degli spaccati più importanti della vita e delle vicende di Franco Califano, raccontate direttamente dalla sua voce e dalle sue grandiose capacità artistiche. All’interno dell’opera è possibile trovare diversi racconti relativi alle vicende del Califfo negli anni precedenti al 1980: come potrete immaginare, si tratta soprattutto di aneddoti riguardanti gli incontri con le sue donne. Come ad esempio con la bellissima Dominique Bosquero, che così viene tratteggiata sulle pagine di “Ti perdo”: «è vero che stavo nudo sull’armadio di casa Boschero, a far finta di leggere il giornale. Mi è capitato tante volte. Lei non doveva dire niente, doveva carinamente muoversi tutta nuda nel letto, aspettarmi eccitandomi a mia insaputa».

Monologhi e poesie romanesche (1991)

1991_francocalifanoMonologhi e poesie romanesche” è un libro edito da Edizioni Califfo nel 1991. Si tratta di una raccolta dei famosi monologhi e delle poesie che Franco Califano scrisse in giovane età, prima di approdare al mondo della musica: in altre parole, è la vita del Califfo messa giù su carta, con una schiettezza da far rabbrividire la pelle. In sole 64 pagine, infatti, il Maestro riesce a raccontarci con il suo solito popolarismo le vicende relative ai suoi vagabondaggi notturni, alla sua vita da “star”, e alle innumerevoli avventure sessuali collezionate nel corso degli anni. Al suo interno troverete di tutto: dal racconto di una devastante maratona sessuale alla donna che lo costrinse a portare a spasso il cane, passando per le disavventure economiche di un giovane Califfo perennemente in rosso.

Il cuore nel sesso (2000)

Il cuore nel sesso”, edito da Castelvecchi nel 2000, è una vera e propria guida sul mondo delle donne, sul corteggiamento e persino sugli oggetti erotici da utilizzare: da questo punto di vista, è davvero difficile immaginare una persona più esperta in questo campo del Califfo. La stessa introduzione del libro la dice molto lunga sul suo contenuto: «Sono anni che continuo a leggere e ad ascoltare una serie di cazzate proposte proprio da quelli che ne dovrebbero sapere di più: sessuologi, psicologi e intellettuali vari. Una delusione!
La mia laurea è la pratica, migliorata da anni di guerra sul campo. Questo libro è un prontuario pratico sulla conquista, senza tutti i giri di parole di cui sopra».

Sesso e sentimento (2004)

Anche “Sesso e sentimento”, edito nel 2004 da Keybook, è un libro denso della filosofia del Califfo e del suo pensiero sull’amore. A differenza del precedente, però, qui Califano non dona consigli ma mette in piazza soprattutto i suoi ragionamenti e la sua filosofia, come sempre molto schietta e divertente. Il libro si trova costantemente in bilico fra il serio ed il faceto, con una piccola sorpresa alla fine: alcuni dei migliori monologhi sul sesso del Califfo, tassativamente in dialetto romanesco.

Il Calisutra (2006)

Calisutra” è un’opera difficilmente spiegabile: al suo interno, infatti, si cela un po’ un misto di tutte le esperienze amorose del Califfo negli anni d’oro della Capitale, quando tutto poteva succedere e tutto, puntualmente, succedeva. Non si tratta di una semplice raccolta delle storie amorose del Maestro, ma di un autentico spaccato della vita dell’epoca, della Roma dei quartieri popolari, e ovviamente delle belle donne. Dal libro emerge una figura di Califano contradditoria rispetto a quello che usciva quotidianamente sui giornali: come confermato anche dagli amici di quegli anni, il Califfo non era un barbaro ma un amante attento, che non si fregiava mai delle sue conquiste ma anzi le taceva, senza scendere mai nei particolari e dimostrando profondo rispetto per le sue donne. Da leggere assolutamente, se state cercando qualcosa che vi illustri il Califfo che non vi raccontano.

Senza manette (2008)

Di fronte a “Senza manette” (Mondadori – 2008) non resta altro che alzare le mani e tacere: l’autobiografia di Franco Califano, infatti, ha il potere di ipnotizzare chi la legge. Fra risse tra i banconi dei locali, scommesse clandestine, avventure da prostituto dovute alle ristrettezze economiche, passando dai mesi in ospedale agli anni trascorsi in carcere, in questa opera c’è letteralmente di tutto. Parliamo di un autentico testamento del Califfo, che non si limita a raccontare la sua straordinaria vita, ma che racconta anche come venirne fuori con la forza di volontà e la fiducia in se stessi. E se volete scoprire quale segreto si cela dietro la voce che lo ha contraddistinto per decenni, fareste bene ad acquistare “Senza manette”.

I libri scritti su Franco Califano

All’interno della bibliografia di Franco Califano non potremmo non citare i libri di terzi, scritti da chi l’ha conosciuto e da chi ha avuto il piacere di condividere con lui alcuni momenti della sua vita. Come ad esempio “Sulla punta della matita non sono passati secoli” (2013), all’interno delle cui pagine Pierfranco Bruni regala alcuni aneddoti inediti sul Califfo, oltre che la sua interpretazione di questo strepitoso artista. Anche “Non escludo il ritorno”, scritto dal giornalista Salvatore Coccoluto ed edito nel 2014, è una importantissima testimonianza storica della vita personale e artistica del Califano cantante e poeta. Infine, “Un atto di vita”: un libro scritto nel 2014 da Antonio Gaudino e Paolo Silvestrini, che racconta la storia e gli aspetti del Califfo a partire dalle testimonianze e dai ricordi dei suoi vecchi amici e compagni di brigata.

Lascia un Commento

2 × cinque =